Statuto

STATUTO dell’Associazione CCC SAN BENEDETTO Aggiornamento approvato all’unanimità dall’assemblea dei soci del 10-3-2011 E’ costituita l’Associazione “Centro Culturale Cattolico San Benedetto”, in breve denominabile anche come Associazione “CCC SAN BENEDETTO ”, con sede in Via Val Cannobina 6, Milano, avente durata illimitata e senza fini di lucro regolata a norma del Titolo I Cap. III, art. 36 e segg. del codice civile, nonché del presente Statuto.

    1. L’’Associazione CCC SAN BENEDETTO è iscritta anche al coordinamento diocesano dei centri culturali cattolici e impegnata a seguire una linea ecclesiale e conforme agli insegnamenti della Chiesa.
    2. L’Associazione CCC SAN BENEDETTO si propone di perseguire le seguenti finalità:
      1. far conoscere quanto di vero, di giusto, di bello sia stato espresso lungo i secoli dall’uomo, nella convinzione che ogni autentico valore è sempre riverbero della verità, della santità della bellezza di Cristo;
      2. presentare i fatti, le abitudini di vita, le leggi, i fenomeni culturali, storici e sociali, i costumi più diffusi e più appariscenti dandone una valutazione critica alla luce dei principi evangelici, così da cogliere quanto in essi vi è di positivo o di incompatibile con il Vangelo
      3. promuovere sul territorio la conoscenza della storia della Chiesa e i suoi documenti, una rilettura delle relazioni interpersonali, della vita sociale e delle proprie esperienze di vita alla luce della fede. Offrire occasione di confronto tra le persone alla luce anche delle personali esperienze di vita e di fede.
      4. diffondere mediante il dialogo creativo, le convinzioni cristiane sul valore della vita (dal concepimento fino alla morte naturale), sulla famiglia fondata sul matrimonio, sul rispetto per la dignità di ogni essere umano, sul lavoro, sull’economia, sulla società, sulla politica, sulla vita internazionale, sull’ambiente.
      5. Come attività non prevalente, per il raggiungimento delle finalità culturali sopra esposte, si promuoveranno commercialmente libri e documenti su supporto cartaceo ma anche film e musica su supporto elettronico/informatico come CD, DVD, Internet e streaming.
    3. L’Associazione CCC SAN BENEDETTO si propone di perseguire le sopraddette finalità per mezzo di conferenze, dibattiti, mostre, gruppi di studio e altre iniziative culturali e artistiche.
    4. L’Associazione CCC SAN BENEDETTO in ogni sua attività si mantiene apartitica.
    5. Gli organi dell’Associazione CCC SAN BENEDETTO sono:
      1. L’Assemblea dei soci
      2. Il Consiglio Direttivo
      3. Il Presidente
      4. Il Collegio dei Probiviri
    6. L’Associazione CCC SAN BENEDETTO ha come sede legale via Val Cannobina 6 MILANO.
    7. L’Associazione CCC SAN BENEDETTO è diretta e amministrata dal Consiglio Direttivo composto inizialmente da 5 dei fondatori. Dal quarto anno il Consiglio Direttivo sarà rinnovato tramite elezione dall’assemblea dei soci. Il Consiglio Direttivo e’ composto da 5 consiglieri con la possibilità da parte del Direttivo eletto di sceglierne altri 2. Il Consiglio Direttivo sarà rinnovato ogni 4 anni e i suoi componenti sono rieleggibili.
    8. Il Presidente è legale rappresentante dell’Associazione a tutti gli effetti.
    9. L’Assemblea dei Soci si riunisce su convocazione del Consiglio Direttivo almeno una volta l’anno in via ordinaria. L’Assemblea dei Soci potrà essere inoltre convocata in via straordinaria dal Consiglio Direttivo qualora ne faccia richiesta almeno un terzo dei soci o su richiesta del Direttivo stesso o del Presidente. L’Assemblea è convocata mediante avviso scritto (via lettera o email) a ciascun socio. L’Assemblea ordinaria è convocata per l’approvazione del bilancio consuntivo e preventivo annuali. L’Assemblea dei soci è convocata alla scadenza, per la nomina del Consiglio Direttivo.
    10. Socio: è tale chi ha partecipato alla fondazione dell’Associazione CCC SAN BENEDETTO, nonché chi sarà ammesso. Possono essere soci, aventi età non inferiore a diciotto anni, coloro i quali sono disposti a incoraggiare e sostenere le attività dell’Associazione CCC SAN BENEDETTO, ne condividono le finalità e lo statuto. Per l’ammissione come socio, i richiedenti devono presentare richiesta scritta, controfirmata da un socio in qualità di presentatore. L’ammissione è deliberata dal Consiglio Direttivo in modo insindacabile, con voto favorevole da parte di almeno due terzi dei suoi membri. La tessera dell’Associazione CCC SAN BENEDETTO deve essere rinnovata ogni anno.
    11. Tutti gli incarichi sociali e direttivi, si intendono a titolo gratuito. E’ stabilita la intrasmissibilità della quota associativa e non rivalutabilità della stessa.
    12. La qualità di socio si perde:
      1. Per dimissioni. Le dimissioni devono essere presentate per iscritto.
      2. Per morosità, il socio che non paga la quota annuale si intenderà di diritto escluso dall’Associazione CCC SAN BENEDETTO.
      3. Per decadenza. La decadenza è deliberata dall’Assemblea dei soci per mancata esplicazione senza giustificato motivo delle prestazioni che il socio si è impegnato a rendere : sostegno al centro.
      4. Per espulsione. L’espulsione è deliberata dal Consiglio Direttivo per comportamenti contrari o non consoni agli scopi ed agli indirizzi dell’Associazione CCC SAN BENEDETTO. I soci espulsi possono ricorrere per iscritto contro il provvedimento entro trenta giorni al Collegio dei probiviri.
    13. Sostenitore: è chi corrisponderà almeno la quota annua di sostegno deliberata dall’assemblea dei soci.
    14. L’Associazione CCC SAN BENEDETTO per le sue attività si avvale delle quote associative stabilite anno per anno dal Consiglio Direttivo, contributi di Enti, di privati e di offerte e oblazioni, lasciti,donazioni e attività aventi lo scopo indicizzato al conseguimento delle finalità associative. Non è organizzata alcuna raccolta fondi al di fuori delle quote associative.
    15. E’ stabilito l’assoluto divieto di distribuzione, anche in modo indiretto, di utili, avanzi di gestione, fondi, riserve o capitale durante la vita dell’Associazione CCC SAN BENEDETTO.
    16. L’anno finanziario inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno.
    17. Il Consiglio Direttivo elegge tra i suoi membri il Presidente. Il Consiglio Direttivo nomina due amministratori. Il Consiglio direttivo fissa l’ordine del giorno degli argomenti da trattare nell’Assemblea dei soci, accogliendo le segnalazioni dei soci. Fissa il programma annuale con la possibilità di aggiornarlo semestralmente (a maggioranza semplice) senza bisogno di riconvocare l’assemblea dei soci, ma con l’obbligo di informarla. Il Consiglio Direttivo stabilisce le modalità per il reperimento dei fondi necessari per le spese ordinarie e straordinarie di gestione.
    18. Il Consiglio Direttivo stabilisce il luogo delle sue riunioni in accordo col Presidente. Il Consiglio Direttivo decide il luogo delle conferenze secondo le necessità, del tema e delle disponibilità.
    19. Il Presidente rappresenta legalmente l’Associazione CCC SAN BENEDETTO di fronte a terzi e la rappresenta inoltre all’interno. In caso di assenza o impossibilità del Presidente le sue funzioni sono assunte da uno dei membri del Consiglio Direttivo su delega del Presidente. Il Presidente convoca l’Assemblea dei soci e il Consiglio Direttivo, presiede il Consiglio Direttivo, sottoscrive tutti gli atti amministrativi compiuti dall’Associazione CCC SAN BENEDETTO, può aprire e chiudere conti correnti bancari e postali e procedure agli incassi.
    20. Il Presidente provvede all’amministrazione ordinaria e all’esecuzione delle deliberazioni del Consiglio Direttivo. Un membro del Direttivo presiede l’Assemblea dei soci.
    21. Gli Amministratori tengono l’amministrazione contabile dell’Associazione CCC SAN BENEDETTO. Presentano al Consiglio Direttivo la situazione finanziaria, provvedono annualmente alla compilazione del bilancio consuntivo e preventivo, da approvarsi dal Consiglio Direttivo e in seguito dall’Assemblea sei soci.
    22. Il Collegio dei Probiviri è composto da 3 membri e vigila sull’operato dell’Associazione CCC SAN BENEDETTO e ne revisiona il bilancio. Decide insindacabilmente, entro trenta giorni dalla presentazione del ricorso, sulle decisioni di espulsione.
    23. L’Assemblea dei soci è composta da tutti i soci. Sono di competenza dell’Assemblea dei soci:
      1. le modifiche statutarie (a maggioranza dei tre quarti dei soci)
      2. l’’approvazione della relazione programmatica e di quella consuntiva del presidente (a maggioranza semplice).
      3. l’’approvazione del bilancio (a maggioranza semplice). · l’’elezione del Consiglio dei Probiviri e del Consiglio direttivo secondo le modalità al punto 24. Quando le deliberazioni si prendono a maggioranza di voti si intende dei soci presenti all’Assemblea; in caso di parità prevale il voto del Presidente. E’ possibile compilare apposita delega per farsi rappresentare nel caso la partecipazione diretta non fosse possibile. Ogni socio potrà farsi rappresentare da un altro mediante delega scritta, nessun associato potrà rappresentare più di un socio e ogni socio ha diritto ad un voto.
    24. L’’Assemblea dei soci elegge il Consiglio dei Probiviri e il Consiglio Direttivo. I soci che si vogliono candidare al Consiglio Direttivo devono presentare la domanda scritta al Consiglio Direttivo prima dell’Assemblea dei soci per il rinnovo dello stesso. In merito all’elezione del Consiglio Direttivo ogni socio potrà esprimere 5 preferenze e ricevere al massimo una delega. In caso di dimissioni di un membro del direttivo, il nuovo membro verrà proposto dal Consiglio Direttivo e la nomina dovrà essere approvata dall’Assemblea dei soci
    25. Le e-mail di convocazione, resoconto e comunicazione sono da considerarsi come verbali delle riunioni dei Consigli Direttivi e delle Assemblee dei soci.
    26. L’Associazione CCC SAN BENEDETTO potrà costituire delle sezioni nei luoghi che riterrà opportuni al fine di meglio attuare gli scopi sociali e statutari.
    27. In caso di scioglimento o estinzione dell’Associazione CCC SAN BENEDETTO i beni della stessa saranno attribuiti ad un’associazione o ente con finalità analoghe o per fini di pubblica utilità, deciso dal Consiglio Direttivo.
Annunci