Milano e la Grande Guerra

cover_Milano e la Grande Guerra

La ricerca storica condotta ha permesso di raccontare come la città di Milano nelle sue diverse componenti fu anche in questa tragica circostanza una città aperta all’accoglienza, dinamica, protagonista nel dibattito politico e del mondo economico e del lavoro: una storia che continua ancora oggi.
Anche la Chiesa svolse un ruolo di mediazione politica importante, cercò di porre fine all’inutile strage e si adoperò per i prigionieri di guerra, per i profughi e per le popolazioni colpite dalla guerra in tutta Europa. A Milano il Cardinale Ferrari fu protagonista di questo impegno.

Nel libro trovano spazio le posizioni dei socialisti milanesi e di Turati, dei cattolici milanesi e di Filippo Meda.

Il libro è arricchito da immagini provenienti da: La Civica Raccolta delle Stampe Bertarelli – Castello Sforzesco (Milano), l’Area Soprintendenza Castello, Musei Storici e Musei Archeologici – Palazzo Moriggia – Museo del Risorgimento – Comune di Milano, l’ Italian Air Force Museum e l’Archivio Associazione Cardinal Ferrari della Compagnia di San Paolo.

Annunci